CHE COS'È LUDENZ?

LUDENZ è un progetto editoriale indipendente di cultura del videogioco, non imbrigliato da stringenti meccanismi di pratica commerciale.
Con una rivista cartacea all'attivo e contenuti convergenti con i suoi canali online, LUDENZ si prefigge di fornire analisi creative sul mondo dei videogiochi e sulle contaminazioni esistenziali tra il videogiocatore e gli universi digitali.
LUDENZ
è un progetto di Game Culture “oltre il videogioco”.
Nato per offrire analisi e pratiche creative che inducono a ripensare – e andare oltre - l’idea mercantile e commerciale di videogioco, il progetto LUDENZ ha l’obiettivo di introdurre una prospettiva culturale più ampia e creativa dei videogames.
Impegnandosi a collocare il videogioco al centro di una serie di riflessioni creative e pratiche diversificate che sappiano stimolare e ispirare una diversa visione dello stesso, ciò che il progetto si propone è la diffusione di contenuti capaci di trascendere esaltazioni, fanatismi e naturali apologie che il medium videoludico è scaltro nel saper ingenerare grazie alla sua naturale capacità di stupire e imbambolare il giocatore, di esaltarlo e colpirlo duro.
Trattare la dimensione culturale dei videogiochi non è così semplice, oggi. Il videogioco attiva ambiti multidisciplinari ed esperienziali che rendono complessi i modi attraverso cui lo stesso può essere analizzato e comunicato. Nell’offrire una dimensione riflessiva fuori dai contesti più strettamente mainstream e commerciali, LUDENZ mira a qualcosa di preciso: rendere pericoloso il pensiero critico del giocatore - appassionato o semplicemente interessato alla cultura dei videogames – andando contro la neofilia, contro le paure, le esaltazioni e le apologie di una critica videoludica socializzata, contro il videogioco quale prodotto di una industria culturale strategicamente pianificata.
È questa l’aspirazione del progetto LUDENZ, realtà nata da diverse personalità con esperienza nel settore della – e oltre la – critica videoludica.
Muovendosi oltre gli aspetti artistici e formali, LUDENZ guarda ai videogiochi quali processi che hanno un impatto concreto sul vivere umano. Adottando un approccio multidisciplinare e seguendo i dettami del New Game Journalism, il quale utilizza il videogioco al fine di una riflessione sul sé e sul mondo, il progetto LUDENZ si propone di fare da ponte tra divulgazione e accademia, mirando in tal modo ad espandere la consapevolezza critica e culturale del giocatore. Espressioni, terminologie specifiche, concetti e lavori di studiosi e ricercatori s'intrecciano a introspezioni, analisi creative e riferimenti ad altri media caratterizzando la produzione critica del progetto, mentre riflessioni sulla Game Industry, divulgazione di testi di Game Studies e produzioni originali di Game Video Art confluiscono nella personale visione della Game Culture di LUDENZ.
Tutto questo senza dimenticare che ciò che il progetto vuole promuovere è l’emancipazione del videogiocatore, l’uscita dallo stato stuporoso promosso dall’avanzamento tecnologico per una visione lontana da fanatismi, ideologie, apologie e accettazioni di un sistema culturale - critico, ideologico, capitalistico, industriale – che infesta e degrada la riflessione sul medium videoludico.
Da qui nasce il “Beyond The PlayVerse” di LUDENZ, la sua visione critica del videogioco “oltre il videogioco”